TRIP-Mag

Home > TRIP-Mag > #MILANONONSIFERMA

#MILANONONSIFERMA

27 Feb 2020   |   News

La settimana che volge al termine ha svegliato in tutta la città prima una enorme paura e incertezza;ma poi inevitabilmente la paura si è trasformata in qualcos'altro.
L'imprenditore Milanese lo sa che davanti ad una difficoltà non ci si può arrendere e non ci si può fermare. 

Per questo in questi giorni è nato a firma di una gruppo di impreditori di Milano un video divenuto virale che celebra questo territorio ricco di genio, tenacia e voglia di fare. Tripburger sottoscrive e si accoda ad un elenco di moltissimi imprenditori della Città una lettera alle istituzioni, che potete leggere più in basso perchè non si disperda la voce di una categioria fondamentale per il paese ma molto spessa dimenticata e non adeguatamente coinvolta politicamente ed istituzionalmente.

Oltre alla sottoscrizione in moltissimi hanno deciso di donare 1000€ a favore dei colleghi coinvolti direttamente da questa crisi inaspettata ed a associazioni meritevoli che lavorano in questo ambito. Una solidarietà spiazzante.

Ognuno può dare il suo contributo: noi da un lato e voi cari clienti dal vostro. Una volta passata la paura, uscite. Tornate alle vostre abitudini, se volete con qualche comprensibile precauzione in più, ma fatelo perchè l'impatto per il nostro territorio è davvero feroce.

Nel ringraziarvi per il tempo dedicato a leggere queste righe aggiungiamo un dettaglio
Noi spesso ci ispiriamo ad uno dei più celebri scritti di Albert Einstein e ve lo riproponiamo qua sotto, perchè non passa mai di moda

“Non possiamo  pretendere che  le cose cambino, se continuiamo a fare le stesse cose.
La crisi è la più grande benedizione  per le persone e le nazioni, perché la crisi porta progressi. La creatività nasce dall’angoscia come il giorno nasce dalla  notte oscura. E’ nella crisi che sorge l’inventiva, le scoperte e le grandi strategie. Chi supera la crisi  supera sé stesso senza essere ‘superato’. Chi attribuisce alla crisi i suoi fallimenti e difficoltà, violenta il suo stesso talento e dà più valore ai problemi che alle soluzioni. La vera crisi, è la crisi dell’incompetenza. L’ inconveniente delle   persone e delle nazioni  è la pigrizia nel cercare soluzioni e vie di uscita. Senza crisi non ci sono sfide, senza sfide la vita è una routine, una lenta agonia. Senza crisi non c’è merito. E’ nella crisi che emerge il meglio di ognuno, perché senza crisi tutti i venti sono solo lievi brezze. Parlare di crisi significa incrementarla, e tacere nella crisi è esaltare il  conformismo. Invece, lavoriamo duro. Finiamola una volta per tutte con l’unica crisi pericolosa, che  è la tragedia di non voler lottare  per superarla.”